Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Doodles

Un riconoscimento a Ignaz Semmelweis e all'importanza di lavarsi delle mani



Il Doodle di oggi celebra il medico ungherese Dr. Ignaz Semmelweis, ampiamente riconosciuto come la prima persona a scoprire i benefici medici del lavarsi le mani. In questo giorno, nel lontano1847, Semmelweis fu nominato Chief Resident nel reparto maternità dell'Ospedale di Vienna, dove dedusse e dimostrò che chiedere ai medici di disinfettarsi le mani riduceva notevolmente la trasmissione di malattie.

Nato a Buda (oggi Budapest), in Ungheria, il 1° luglio 1818, Ignaz Semmelweis ottenne un dottorato all'Università di Vienna e un master in ostetricia. Quando iniziò il suo incarico presso l’Ospedale di Vienna a metà del XIX secolo, un'infezione misteriosa e poco conosciuta, nota come "febbre del parto", stava causando alti tassi di mortalità nelle nuove madri nei reparti maternità in tutta Europa.

Semmelweis si dedicò a trovarne la causa. Dopo un'indagine approfondita, dedusse che i medici stavano trasmettendo materiale infettivo da precedenti operazioni e autopsie a madri sensibili attraverso le loro stesse mani. Istituì immediatamente l'obbligo per tutto il personale medico di lavarsi le mani tra una visita e l’altra dei pazienti e, come risultato, i tassi di infezione nel suo reparto iniziarono a precipitare.

Sfortunatamente molti colleghi di Semmelweis all’inizio hanno guardato con scetticismo le sue idee. Decenni più tardi, le sue raccomandazioni igieniche furono confermate dalla diffusa accettazione della "teoria dei germi come causa della malattia".

Oggi Semmelweis è ricordato come il padre del controllo delle infezioni e riconosciuto come colui che ha rivoluzionato non solo l'ostetricia, ma la stessa medicina, colui che ha trasmesso alle generazioni dopo la sua la teoria che lavarsi le mani è uno dei modi più efficaci per prevenire la diffusione delle malattie.

Per memorizzare la tecnica più corretta per lavare le mani potete stampare il poster qui sotto.