Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Arts & Culture

Alla scoperta dei simboli dell’antico Egitto



Oggi ricorre l’anniversario della scoperta della Stele di Rosetta, lo strumento che per primo ha permesso di risolvere il mistero dei geroglifici degli antichi Egizi. Gli antichi Egizi utilizzavano questa modalità di scrittura più di 4000 anni fa per tramandare i propri racconti, ma solo un ristretto gruppo di persone era in grado di leggerli e scriverli.

Ma oggi presentiamo Fabricius, il nuovo strumento di Google Arts & Culture con cui tutti possono scoprire questa lingua così affascinante attraverso tre percorsi interattivi: per primo, potete “Imparare” la lingua dell’antico Egitto seguendo una breve introduzione in 6 passaggi.

Sei passaggi interattivi per introdurvi al mondo dei geroglifici.

Sei passaggi interattivi per introdurvi al mondo dei geroglifici.

Fabricius vi invita poi a “Giocare” e tradurre in geroglifici parole e messaggi che potrete condividere con la famiglia e gli amici.

Un modo semplice per scrivere messaggi in geroglifico da condividere con gli amici (solo per divertimento!)  E se Fabricius è la chiave per imparare come scrivere in geroglifico, offre anche nuove strade per la ricerca accademica. Finora, gli esperti hanno dovuto scavare libri su libri per tradurre e decifrare questa lingua antica, un procedimento rimasto immutato per oltre un secolo. Oggi Fabricius include il primo strumento digitale in grado di decodificare i geroglifici Egizi grazie al machine learning, reso disponibile in open source per aiutare nello studio di ulteriori lingue antiche in futuro. Nello specifico è stata usata la tecnologia AutoML di Google Cloud, AutoML Vision, per creare un modello di machine learning che è capace di dare un senso a ogni geroglifico. Oggi, AutoML Vision permette agli sviluppatori di “allenare” una macchina in modo semplice, così da riconoscere tutte le tipologie di oggetto, mentre in passato sarebbero serviti un team di Data Scientists, molti codici, ma soprattutto molto tempo.

Un insieme di strumenti per aiutare gli studiosi a decifrare i geroglifici degli antichi Egizi Disponibile in inglese e arabo, Fabricius prende il nome dal padre dell'epigrafia, la disciplina che studia le antiche iscrizioni. Abbiamo creato questo tool in collaborazione con il Centro di Egittologia australiano della Macquarie University, Psycle Interactive, Ubisoft e egittologi di tutto il mondo.

Potete esplorare anche altre storie sulle meraviglie dell’antico Egitto, incluso il famoso Re Tutankhamun, la Piramide di Giza e il Libro dei Morti. E per gli insegnanti che usano Google Classroom, abbiamo anche creato delle raccolte sull’antico Egitto pronte all’uso.

Potete esplorare altre storie sull’Antico Egitto scaricando l’App gratuita di Google Arts & Culture, o visitando il sito di Google Arts & Culture.