Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Formazione

Con la chiusura delle scuole, gli insegnanti possono fare lezione a distanza



[Per facilitare la didattica a distanza a seguito della chiusura delle scuole in Italia, abbiamo avviato insieme al Ministero dell’Istruzione un canale privilegiato per accelerare la registrazione delle scuole italiane a G Suite for Education. Grazie ai partner di Google for Education, attraverso il sito ufficiale del Ministero è possibile ricevere supporto gratuito per la registrazione.]

Ho lavorato nelle scuole come insegnante per oltre dieci anni. Ogni volta che un evento imprevisto ne causava la chiusura temporanea, ho sempre trovato un modo per garantire agli studenti di non perdere tempo prezioso per l'apprendimento. È quella che chiamiamo didattica a distanza e molti insegnanti, sia quelli che lavorano in scuole telematiche sia quelli che si trovano a dover affrontare una situazione non ordinaria, hanno cominciato ad approfondire questa modalità d’insegnamento. In questo momento siamo in una di quelle situazioni. Le preoccupazioni legate alla trasmissione del virus COVID-19 stanno portando alla chiusura delle scuole in diverse parti del mondo, impedendo a milioni di studenti di essere fisicamente presenti in classe.

Per renderci utili, abbiamo quindi deciso di offrire gratuitamente le funzioni avanzate di Hangouts Meet a chiunque utilizzi G Suite nel mondo. Ciò significa che sarà possibile coinvolgere fino a 250 persone in un’unica videochiamata su Hangouts Meet: un'intera classe o un gruppo di classi potranno così seguire una lezione in simultanea. I live-streaming potranno essere seguiti da 100.000 persone all'interno di ogni dominio, così da poter organizzare un'assemblea scolastica virtuale o seguire una lezione in diretta. È possibile inoltre registrare le lezioni e salvarle su Google Drive. In questo modo, nei casi in cui gli studenti non siano in grado di partecipare alla lezione, potranno accedere ai contenuti in un secondo momento.

Per gli insegnanti che stanno affrontando la chiusura delle scuole, ecco alcune modalità per gestire la didattica a distanza:

Mantenere gli studenti coinvolti mentre sono a casa

La didattica virtuale potrebbe far sentire gli studenti isolati oppure renderli distratti. Stare davanti a uno schermo per ore potrebbe portare gli studenti a fare scorrere un video velocemente o addirittura a non seguire una lezione. Per stimolarli, avviate una conversazione su ciò che stanno imparando. In una lezione sul ciclo dell'acqua, ad esempio, potreste invitare gli studenti a mettere in pausa il video e a partecipare a una discussione su Google Classroom sull'ultima volta che hanno assistito a un temporale. Potrete anche usare i commenti su Google Docs e Classroom per stimolare il dialogo con gli studenti mentre date un riscontro sul loro lavoro – un altro ottimo modo per tenere alta la loro attenzione mentre non potete vedervi di persona.

Valutare frequentemente l'apprendimento degli studenti

Le valutazioni aiutano gli studenti a fare progressi anche mentre non sono a scuola. Per esempio, è possibile verificare la comprensione di una lezione ponendo una domanda scritta e poi mostrando le risposte dei ragazzi in tempo reale. Con i Moduli Google è possibile preparare dei quiz, e anche incorporare video, immagini e le diverse opzioni di risposta desiderate. Puoi anche assegnare dei singoli compiti in Google Classroom e gli studenti possono dimostrare le loro conoscenze attraverso l’uso di presentazioni (Slide), Documenti o siti (Sites).

Restare vicino agli studenti con Hangouts

Quando la routine degli studenti viene interrotta, molti di loro si rendono davvero conto di quanto la struttura scolastica e l'apprendimento in classe siano fondamentali. È importante mantenere quella sensazione di comfort e sicurezza anche durante questo periodo non ordinario.

Se gli studenti hanno accesso a una rete Wi-Fi, è possibile vederli virtualmente su Hangouts Meet. Con questa piattaforma si possono creare sezioni di discussione video in cui gli studenti possono interagire tra loro e supportare i loro compagni. Inoltre, i sottotitoli permetteranno agli studenti con difficoltà dell’udito di seguire la lezione, e agli altri di concentrarsi meglio.

Un’altra possibile difficoltà è quella di pianificare le attività in modo efficiente. Usando gli appuntamenti di Google Calendar, gli studenti che hanno bisogno di ulteriore supporto possono iscriversi per prenotare incontri con l’insegnante, sia singolarmente che in gruppi. Talvolta, per esempio a causa di problemi di accesso ad internet, non tutti gli studenti sono in grado di entrare in una classe virtuale contemporaneamente. La soluzione potrebbe essere un mix di video live a cui seguiranno le registrazioni delle lezioni, grazie alle funzionalità avanzate di Hangouts Meet, per chi non è riuscito a seguire in diretta.

Verificare lo stato d’animo degli studenti

L'apprendimento sociale-emotivo (Social Emotional Learning) può continuare anche da remoto. Così come Hangouts Meet permette di tenere vivo il rapporto con gli studenti, è possibile offrire loro altre modalità per condividere le proprie emozioni mentre non sono a scuola. Attraverso i Moduli Google, per esempio, è possibile creare questionari per far sì che gli studenti condividano il loro stato emotivo. All'interno del modulo, gli studenti possono richiedere un confronto con l'insegnante se hanno bisogno di ulteriore supporto. Inoltre è possibile creare un blog privato per consentire agli studenti di riflettere sulla propria esperienza attraverso un diario o la registrazione di riflessioni in video.

Pensare oltre l’orario normale

Con la didattica a distanza, non bisogna preoccuparsi dell’orario come si farebbe per una normale giornata scolastica. Gli studenti possono prendersi più spazio per alcune attività e organizzarsi il tempo in modo più flessibile. Si tratta di una modalità di apprendimento diversa, che presenta anche alcune opportunità, come programmare le lezioni con maggiore flessibilità e più occasioni di interazione.

Esplorare nuovi approcci per la didattica a distanza

Mentre educatori e istituzioni preparano piani per fare fronte all’emergenza e considerano l'idea di rendere l’insegnamento virtuale per un certo periodo, vogliamo aiutarli a trarre il meglio dai nostri strumenti. Abbiamo visto un gran numero di insegnanti condividere idee e fornire supporto tramite i Google Educator Group e sulle nostre pagine social, tra cui Twitter e Facebook. Qui è disponibile un webinar (in inglese) sulle strategie di apprendimento a distanza, altre risorse si trovano nel Centro insegnanti e qui puoi condividere i modi in cui stai supportando gli studenti a distanza.