Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Sostenibilità

Pronti a raggiungere il 100% di energia da fonti rinnovabili, ed è solo l'inizio.



Ogni anno le persone effettuano migliaia di miliardi di ricerche su Google; ogni minuto caricano oltre 400 ore di video su YouTube. Tutto questo richiede una quantità incredibile di potenza di elaborazione, il che significa energia. I nostri ingegneri hanno speso anni per perfezionare i data center di Google, rendendoli il 50 per cento più efficienti, dal punto di vista energetico, rispetto alla media del settore. Ma abbiamo ancora bisogno di molta energia per continuare a offrire i prodotti e servizi che i nostri utenti utilizzano. Ecco perché abbiamo iniziato ad acquistare energia da fonti rinnovabili - per ridurre il carbon footprint e affrontare il cambiamento climatico. Tutto ciò ha anche senso da un punto di vista di business.

Sono felice di annunciare che nel 2017 il 100% dell’energia utilizzata da Google per le sue operazioni a livello mondiale - inclusi dunque sia i nostri data center sia gli uffici - verrà da fonti rinnovabili. Siamo stati una delle prime aziende a creare, su larga scala, contratti a lungo termine per l’acquisto di energia rinnovabile in maniera diretta; abbiamo firmato il nostro primo accordo per l'acquisto di tutta l'energia elettrica da un parco eolico da 114-megawatt in Iowa, nel 2010. Oggi, siamo il più grande acquirente aziendale al mondo di energia rinnovabile, con impegni che raggiungono i 2,6 gigawatt (2.600 megawatt) tra energia eolica e solare. Si tratta di un valore più grande di quello di molte grandi aziende di utility e più del doppio rispetto ai 1.21 gigawatt che ci sono voluti per inviare Marty McFly nel futuro.

Per raggiungere questo obiettivo acquisteremo direttamente abbastanza energia eolica e solare, ogni anno, tenendo in considerazione ogni singola unità di energia elettrica consumata dalle nostre operazioni, a livello globale. Non solo. Ci stiamo concentrando sul creare nuova energia dalle fonti rinnovabili, per questo acquisteremo solo da progetti che sono finanziati dai nostri stessi acquisti.

Nel corso degli ultimi sei anni, il costo dell’energia eolica e solare è sceso rispettivamente del 60 e dell’80 per cento, a dimostrazione che le energie rinnovabili stanno sempre più diventando l’opzione al costo più basso disponibile. I costi dell'energia elettrica sono tra i più grandi componenti delle nostre spese operative nei data center, e avere un costo per l’energia rinnovabile che sia stabile nel lungo termine fornisce una protezione contro le oscillazioni dei prezzi nel settore dell'energia.

I nostri 20 progetti di energia rinnovabile aiutano a supportare le comunità locali, da Grady County, OK, a Rutherford County, NC, alla Regione di Atacama in Cile sino alle comunità locali in Svezia. I nostri impegni di acquisto si tradurranno in investimenti infrastrutturali superiori ai 3.5 miliardi di dollari a livello globale, circa i due terzi dei quali negli Stati Uniti. Questi progetti generano anche decine di milioni di dollari all'anno di entrate per i proprietari di immobili locali, e decine di milioni in più in entrate fiscali per i governi locali e nazionali.

Quindi, siamo sulla buona strada per soddisfare il nostro consumo energetico globale su base annua entro il prossimo anno. Ma questo è solo il primo passo. Se guardiamo all’immediato futuro, continueremo a stipulare questi contratti diretti in maniera crescente, con un focus ancora maggiore sugli acquisti di energia rinnovabile a livello regionale, nei luoghi in cui abbiamo data center e uffici di dimensioni significative. Dal momento che il vento non soffia 24 ore al giorno, estenderemo i nostri acquisti ad una varietà di fonti di energia che possono consentire di avere a disposizione energia rinnovabile, ogni ora, ogni giorno. Il nostro obiettivo finale è quello di creare un mondo in cui tutti - non solo Google - hanno accesso all'energia pulita. Per ulteriori informazioni sui prossimi passi in questa direzione, leggete il nostro white paper.

Continuare a gestire il nostro business in maniera sostenibile per l’ambiente è stato un valore importante sin dall’inizio, e continuiamo a lavorare a nuove idee per rendere l’idea di sostenibilità una realtà - come ad esempio la costruzione di luoghi di lavoro sani o la creazione di una dashboard sui cambiamenti nel nostro pianeta. Abbiamo raccolto in un report il nostro carbon footprint e pubblicato informazioni sui nostri programmi di sostenibilità per molti anni nei white paper, nei post sul nostro blog, e sul nostro sito. Ora, abbiamo messo insieme tutte queste informazioni in un nuovo rapporto sull’ambiente.

È inoltre possibile visitare il nostro nuovo sito web dedicato ai temi dell’ambiente, in cui condividiamo le storie di come stiamo trovando nuovi modi di fare di più, usando però meno risorse. La maggior parte delle iniziative di sostenibilità nel nostro campus sono state avviate da una manciata di Googler/dipendenti di Google appassionati, e sono ora cresciute sino a diventare obiettivi a livello aziendale. Dai pannelli solari sui nostri tetti, al nostro programma di bike-to-work, queste iniziative sono al centro della nostra cultura aziendale e aiutano noi e i nostri utenti a ridurre il nostro impatto sull'ambiente.

La scienza ci dice che la lotta contro il cambiamento climatico è una priorità globale sempre più urgente. Crediamo che il settore privato, in collaborazione con i leader politici, debba prendere misure concrete importanti e che per quanto riguarda Google, siamo in grado di farlo in un modo che porta crescita e opportunità. Abbiamo la responsabilità di farlo - per i nostri utenti e per l'ambiente.

Ci sono ancora molti progressi da fare, ma questi risultati che annunciamo oggi sono una boccata d'aria fresca. Ora, torniamo al lavoro.