Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Google Cloud

Il cloud, spiegato bene. Come funziona e perché è importante



Se avete mai caricato delle foto online, o se avete mai guardato un video in streaming, probabilmente sapete che a renderlo possibile è il cloud. Ma nella maggior parte dei casi non sappiamo molto altro di questa tecnologia. Approfittiamo dell’apertura di Next ’19, la conferenza annuale di Google Cloud che si tiene questa settimana a San Francisco, per rispondere una volta per tutte alla domanda: che cos’è il cloud?

Prima del cloud, un’azienda doveva possedere una quantità di computer (anche noti come “server”) per creare un sito o un’applicazione, e per offrire ai suoi dipendenti i programmi di cui avevano bisogno per lavorare. Questi server si trovavano in una stanza dedicata, la sala server, oppure in un data center vicino, connesso da un network interno e attraverso internet. La squadra di informatici dell’azienda doveva monitorare tutti questi computer, i cavi di connessione e il resto dei componenti, per fare in modo che tutto funzionasse regolarmente ed entro i costi previsti. Per questo, di anno in anno, diventava necessario acquistare nuovi computer e prendersi cura della loro manutenzione e degli aggiornamenti, come l’installazione di un nuovo software o l’aggiunta di una nuova linea di connessione.

Arriviamo al presente: la potenza di calcolo e la velocità di navigazione sono aumentate, e questo ha reso più semplice ed efficace la connessione tra i computer. Non è più necessario per un’azienda possedere i propri server. La rete globale di Google - costituita da data center e cavi sottomarini - rende disponibile quell’infrastruttura, così che le aziende possono dedicarsi con maggiore tranquillità ai propri prodotti e servizi. In sostanza, questo è il cloud di Google: l’accesso a un’infrastruttura globale e a tutti i migliori strumenti che abbiamo creato nel tempo per servire al meglio miliardi di utenti.

Questo nuovo approccio di lavorare nel cloud ha cambiato il modo in cui le aziende usano i computer e la tecnologia.

Per quale motivo il cloud è così importante?

Il cloud ha rivoluzionato il mondo tecnologico, e i suoi utilizzi sono in crescita sia per le aziende che per gli utenti. Le aziende vogliono la tecnologia più veloce e aggiornata disponibile sul mercato, e questo non è possibile se continuano semplicemente ad acquistare nuovi computer di anno in anno.

I fornitori di cloud pubblico permettono di usare le tecnologie di ultima generazione senza che per le aziende si renda necessario acquistarle e mantenerle in autonomia. Google Cloud, per esempio, fa funzionare una complessa rete di server che permette di spostare velocemente grandi quantità di dati in ogni parte del mondo. Il cloud permette anche una maggiore sicurezza delle informazioni, un’altra sfida questa per le aziende, grazie alle capacità di proteggere e criptare i dati. Inoltre, il funzionamento su larga scala del cloud permette alle applicazioni di funzionare più velocemente.

Le aziende in cloud sono anche più efficienti in termini di spazio e consumo energetico. Google acquista sufficiente energia eolica e solare da coprire l’intero utilizzo energetico, e offre così ai suoi clienti quei benefici di sostenibilità che non potrebbero ottenere da soli.

Che impatto ha il cloud nella vita di tutti i giorni?

Quando le aziende cominciano a usare il cloud, anche i loro clienti cominciano a usarlo di conseguenza. È quello che avviene tipicamente sui nostri telefoni, tablet e computer. Per esempio, Gmail è diventato popolare molto in fretta perché offriva molto più spazio di archiviazione e chi lo usava poteva conservare tutte le proprie mail - anche quelle con allegati molto ingombranti. Gmail funziona perché invece di usare dei server locali, le email vengono conservate in una rete di server di enormi proporzioni. Quando controllate la vostra casella di posta, un server in uno di questi data center nel mondo individua le email in arrivo e le invia al vostro dispositivo. Inoltre, grazie al cloud, Gmail utilizza le funzionalità più avanzate a disposizione per offrire servizi molto utili, alcuni dei quali passano addirittura inosservati, come il blocco automatico dei tentativi di phishing e di spam nella vostra casella di posta.

Di cosa si parla a una conferenza sul cloud?

Le circa 30.000 persone che si trovano a San Francisco per Google Cloud Next ’19 potranno partecipare a centinaia di sessioni, presentazioni e seminari per approfondire la propria conoscenza sul cloud. Alcuni dei partecipanti cominceranno dalle basi per capire come funziona questa tecnologia, mentre altri esploreranno concetti avanzati come l’intelligenza artificiale e il machine learning. Ci saranno incontri per raccontare l’utilizzo di prodotti specifici di Google Cloud. Altre sessioni saranno dedicate alla collaborazione tra Google Cloud e prodotti di terze parti, oppure per spiegare come un’azienda può spostare i propri dati nel cloud.

Questo è solo l’inizio per capire cos’è il cloud. Se volete scoprire di più, questa settimana potrete seguire Next in livestream.