Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Inside YouTube

Cosa facciamo per tutelare i dipendenti e la community di YouTube



Mentre il COVID-19 continua ad essere una situazione senza precedenti, nei giorni scorsi Google ha illustrato come intende ridurre la presenza dei dipendenti nelle proprie sedi, garantendo allo stesso tempo la piena operatività dei propri servizi e prodotti a beneficio di tutti. Come Youtube vogliamo informare la community della piattaforma sulle azioni da noi messe in campo in una sezione dedicata al COVID-19 che potrete trovare nel nostro Centro assistenza. Le informazioni più aggiornate in merito sono state pubblicate la scorsa settimana in questa sezione. Qui di seguito aggiungiamo delle informazioni sulle possibili conseguenze della riduzione di persone presenti nella sede di YouTube.

Presso YouTube abbiamo gruppi di lavoro e aziende partner che ci aiutano nella tutela e nell’assistenza verso la community di YouTube, dalle persone che rispondono ai quesiti posti da utenti e creator, ai revisori impegnati a verificare se i video violano le norme. Questi gruppi di lavoro e aziende vantano migliaia di professionisti dedicati all’assistenza di utenti e creator. Mentre in tutto il mondo si cerca di contrastare la diffusione del Coronavirus, stiamo adottando tutte le misure atte a garantire la salute dei nostri dipendenti e collaboratori esterni, oltre alle comunità dove vivono, e fra queste è inclusa la riduzione dello staff presente in alcune delle nostre sedi.

Il modo in cui oggi ci assicuriamo il rispetto delle Linee Guida della community si basa sulla combinazione tra l’elemento umano e la tecnologia: i sistemi di machine learning ci aiutano a identificare contenuti potenzialmente malevoli per poi inviarli ai revisori in carne ed ossa incaricati di valutarli. La diretta conseguenza di queste nuove procedure ci porta in via temporanea ad affidarci sempre più alla tecnologia per alleggerire il carico di lavoro svolto abitualmente dai nostri revisori. Questo significa che i sistemi automatizzati saranno in grado di rimuovere determinati contenuti senza alcun intervento umano, e questo ci consentirà di agire prontamente per rimuovere contenuti in violazione delle norme, oltre a salvaguardare la tenuta del nostro sistema mentre sono attive le misure di protezione aziendale.

Durante l’implementazione di queste misure, utenti e creator potrebbero notare un incremento nei video rimossi, inclusi alcuni video che potrebbero non violare le norme. Non invieremo notifiche di avvertimento per questi contenuti, ad eccezione dei casi che con un’alta probabilità consideriamo in violazione delle norme. Se i creator reputano che un loro contenuto sia stato rimosso per errore, possono presentare ricorso che verrà in seguito esaminato dal nostro staff. Ci teniamo però a precisare che le nostre misure di protezione causeranno un inevitabile rallentamento nella verifica dei ricorsi. Inoltre, esamineremo con ancora più cautela quali contenuti vengono pubblicizzati, inclusi i live streaming. In certi casi, i contenuti non verificati potrebbero non essere disponibili nelle ricerche, sulla homepage o fra i consigli.

Tutti i creator idonei potranno ancora monetizzare i propri video e questo non influisce sull’aggiornamento della funzionalità di monetizzazione riguardante i video a tema Coronavirus, come abbiamo condiviso con voi la settimana scorsa. E continueremo a far rispettare le nostre norme relative ai contenuti che riguardano il Coronavirus, rimuovendo i video che sconsigliano alle persone di sottoporsi a trattamenti medici o che sostengono i presunti benefici di sostanze nocive.

La situazione del Coronavirus è in piena evoluzione ed è per questo che continueremo a intraprendere tutte le misure necessarie per proteggere i nostri dipendenti e le comunità in cui vivono. Queste misure potranno avere un impatto su alcune funzionalità aggiuntive di assistenza e revisione dedicate agli utenti e creator di YouTube, come le richieste di iscrizione al Programma Partner di YouTube. Per essere sempre aggiornati su eventuali cambiamenti nei nostri servizi e su come affrontiamo il Coronavirus, vi invitiamo a consultare regolarmente il nostro Centro assistenza.

Siamo consapevoli del disagio che tutto questo può creare a utenti e creator, ma siamo altrettanto convinti che questa sia la scelta più opportuna per garantire la sicurezza di YouTube e della sua ampia community. Sono tempi molto difficili ed è per questo che apprezziamo la pazienza e la comprensione con cui tutti accoglieranno queste misure.