Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Inside YouTube

YouTube e i detentori di diritti devono collaborare nella lotta contro la pirateria



Non ci sono dubbi che internet rappresenti una straordinaria opportunità per l’industria creativa, in settori diversi che vanno dalla musica ai video, dai libri al software. Uno dei punti di forza di internet è che i contenuti vengono creati da più gente e in più posti di quanto sia mai successo in passato. E a costi inferiori.


YouTube è un buon esempio di piattaforma online aperta sulla quale creatori di contenuti di qualsiasi dimensione possono caricare i loro video e mostrare le loro opere al mondo. YouTube consente allo stesso tempo a milioni di persone di trovare, guardare e condividere video originali e agli investitori pubblicitari di promuovere i propri prodotti e servizi.


Su YouTube vengono caricate 100 ore di video ogni minuto. Per trovare e rimuovere materiali che violano il diritto d’autore, è necessario che i detentori dei diritti collaborino con YouTube. Il giudice di una Corte d’Appello in Spagna ha concordato con questo principio, riconfermando che YouTube non viola i diritti dell’emittente televisiva Telecinco. Telecinco aveva chiesto che YouTube fosse considerata responsabile quando gli utenti caricano materiali che violano il diritto d’autore. La corte ha respinto il ricorso di Telecinco e ha concordato con il tribunale di primo grado che aveva deciso che i detentori dei diritti devono collaborare con YouTube, identificare i contenuti che violano i loro diritti e informarne YouTube. Si tratta di una cosa che YouTube non può fare da sola.


YouTube rispetta il copyright e vuole assicurare che artisti, editori e media companies abbiano successo online. Ecco perché abbiamo sviluppato Content ID; questa tecnologia ha l’obiettivo di prevenire la violazione del diritto d’autore e offre ai detentori dei diritti il controllo sui propri contenuti. Chi ha i diritti sui video semplicemente ci fornisce un database di file e ci dice cosa fare nel caso in cui il contenuto venga usato in modo non autorizzato: bloccare i video che violano i diritti, monetizzarli attraverso la pubblicità o semplicemente lasciarli su YouTube.

Questo strumento, usato da più di quattro milioni di partner nel mondo, effettua la scansione di oltre 400 anni di video ogni giorno; sono più di 200 milioni i video che sono stati rivendicati grazie a Content ID.

Ecco come lo usano alcuni dei partner italiani di YouTube:

Lottare contro la violazione del diritto d’autore è una grande sfida, per questo abbiamo speso più di 60 milioni di dollari per sviluppare Content ID. Inoltre, abbiamo investito decine di milioni di dollari per sviluppare e implementare nuovi strumenti e soluzioni anti-pirateria. Nel report ‘Come Google combatte la pirateria’ potete trovare una panoramica dei nostri sforzi.

Continuiamo e continuereno a lavorare in questa direzione per assicurare che l’industria dei contenuti tuteli il suo diritto d’autore e gli utenti possano beneficiare della migliore esperienza quando usano i nostri prodotti e servizi.