Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Inside YouTube

YouTube e la gestione dei contenuti dannosi sui vaccini



Lo sviluppo di norme sulla disinformazione in ambito medico è un compito che comporta inevitabilmente una serie di sfide e compromessi. Le conoscenze scientifiche, infatti, si evolvono di pari passo con la messa a punto di nuovi studi e ricerche. In più, la personale esperienza di vita assume sempre un peso determinante nei dibattiti online. I vaccini, in particolare, sono da anni al centro di accese discussioni, e questo nonostante le autorità sanitarie continuino a confermarne l'efficacia in modo sistematico. Oggi integreremo le nostre norme sulla disinformazione in ambito medico su YouTube con nuove linee guida riguardanti la sicurezza, l'efficacia dei vaccini consigliati nelle immunizzazioni di routine.   


Le nostre Norme della community già vietano alcuni tipi di disinformazione in ambito medico. Rimuoviamo ormai da tempo i contenuti che promuovono rimedi pericolosi, come quelli che sostengono ad esempio che bere trementina possa curare alcune malattie. Quando la pandemia di COVID-19 ha fatto la sua comparsa e ha iniziato a diffondersi, abbiamo fatto leva su queste norme per sviluppare, in collaborazione con esperti in ambito medico, 10 nuove norme dedicate alla disinformazione sul COVID-19. Dallo scorso anno abbiamo rimosso più di 130.000 video per violazione delle norme relative ai vaccini contro il COVID-19. 


Nell'ambito di questo impegno, abbiamo potuto trarre alcuni importanti insegnamenti su come sviluppare e applicare su larga scala delle norme dettagliate sulla disinformazione in ambito medico. In stretta collaborazione con le autorità sanitarie, ci siamo adoperati per trovare il giusto equilibrio tra la nostra vocazione di piattaforma aperta e la necessità di rimuovere i contenuti palesemente dannosi. Siamo stati testimoni di come le false affermazioni sui vaccini contro il coronavirus continuino a riversarsi nella disinformazione sui vaccini in generale, al punto che è diventato assolutamente imperativo estendere anche agli altri vaccini l'approccio adottato per il COVID-19.   


Nello specifico, verranno rimossi i contenuti che sostengono falsamente che dei vaccini approvati siano pericolosi e provochino effetti cronici sulla salute, come pure i contenuti che affermano che i vaccini non riducano la trasmissione o la possibilità di contrarre la malattia, o che diffondono disinformazione sulle sostanze presenti al loro interno. Ne sono esempi i contenuti che sostengono falsamente che i vaccini approvati provochino autismo, cancro o sterilità oppure che contengano sostanze in grado di monitorare le persone a cui vengono somministrati. Le nostre norme non si applicano solo a specifiche immunizzazioni di routine, come quelle per il morbillo o l'epatite B, ma riguardano anche affermazioni riferite ai vaccini in generale. 


Proprio come per le linee guida in materia di COVID, anche in questo caso la stesura delle norme è avvenuta in consultazione con organizzazioni sanitarie ed esperti del settore sia locali che internazionali. Ad esempio, le nostre nuove indicazioni sugli effetti collaterali dei vaccini si basano sulle risorse pubbliche fornite in materia dalle autorità sanitarie e convalidate dalla scienza medica. Queste modifiche alle norme entreranno in vigore oggi e, come succede per ogni aggiornamento importante, ci vorrà del tempo prima che i nostri sistemi inizino ad applicarle a pieno regime.   


Le nuove linee guida prevedono alcune importanti eccezioni. Data l'importanza che la discussione e il dibattito pubblici rivestono per il processo scientifico, continueremo ad ammettere su YouTube i contenuti dedicati a temi quali le norme sui vaccini, le sperimentazioni di nuovi vaccini e i successi o gli insuccessi registrati nella storia delle vaccinazioni. Saranno consentite anche le testimonianze personali in merito ai vaccini, a patto che il video in questione non violi altre Norme della community o che il canale non dia in qualche modo prova di incoraggiare nel complesso un atteggiamento di resistenza nei confronti delle vaccinazioni.   


Quanto descritto sopra va a integrare gli sforzi continui che mettiamo in atto per dare risalto alle informazioni autorevoli sulla salute sulla nostra piattaforma e offrire al pubblico contenuti e fonti attendibili e di qualità in materia di salute. 
Questo aggiornamento alle norme rappresenta un passo importante nella lotta contro la disinformazione sui vaccini e in ambito sanitario sulla nostra piattaforma; è nostra intenzione continuare a investire in generale nelle norme e nei prodotti per offrire agli spettatori e all'intera community di YouTube informazioni di alta qualità.