Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Public Policy

AAA giovani digitalizzatori cercasi in Toscana



Come forse ricorderete alcuni mesi fa abbiamo firmato un importante accordo con la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA), per trovare “giovani digitalizzatori” interessati ad aiutare le imprese italiane a scoprire le opportunità offerte da Internet.


Oggi abbiamo fatto un passo ulteriore firmando un protocollo d’intesa con Regione Toscana, Cna Toscana e Fondazione Sistema Toscana con il duplice obiettivo di promuovere esperienze formative per i giovani attraverso tirocini retribuiti e, nel contempo,  stimolare le piccole e medie imprese di settori tradizionali all'utilizzo del web per rafforzare il proprio business ed essere così più competitive sui mercati internazionali.


Come dimostra una recente ricerca che abbiamo condotto in dieci Paesi di continenti diversi (tra cui Stati Uniti, Francia, Italia, Inghilterra, Germania ma anche Giappone, Emirati Arabi fino a includere Paesi in forte crescita come Brasile, Russia, India, Cina), nel primo semestre 2012 le ricerche su Google relative al Made in Italy sono cresciute del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Auto e Moda sono in vetta alla classifica dei settori Made in Italy più cercati sul web nei Paesi analizzati dall’indagine con il 34% di volume di ricerche generato, seguiti da Turismo, Alimentare e Arredamento.


Se un numero maggiore di imprese riuscisse a intercettare questa domanda si aprirebbero nuovi importanti spazi di crescita. E’ ormai chiaro che il binomio export-Internet rappresenta  una miscela ad altissimo potenziale per il sistema paese Italia.  Le aziende attive su Internet infatti fatturano, assumono ed esportano di più e sono più produttive di quelle che su Internet non sono presenti. Le PMI attive in rete hanno infatti registrato una crescita media dell’1,2% dei ricavi negli ultimi tre anni, rispetto a un calo del 4,5% di quelle offline e un’incidenza di vendite all’estero del 15% rispetto al 4% delle offline (fonte: www.fattoreinternet.it ).


Grazie all’intesa firmata oggi, le imprese artigiane che, spesso a causa delle piccole dimensioni,  non dispongono di risorse sufficienti per crearsi un sito in proprio ed accedere al web per avviare operazioni di marketing  digitale o social media aziendali, potranno muovere i primi passi nel mondo del digitale grazie ai giovani tirocinanti che, a loro volta, disporranno di strumenti  e soluzioni ad hoc per farlo.   


Al protocollo si sono inoltre affiancate collaborazioni da parte della Scuola Superiore Sant' Anna di Pisa, che si occuperà di monitorare l’andamento del progetto e di trarre da questa esperienza dei casi di successo. Anche l’Università di Siena, con il corso di “Internet web per le pmi”, contribuirà al progetto fornendo tirocinanti esperti, arricchendo così ulteriormente la loro esperienza formativa.


Come fare? E’ semplice: sarà possibile attivare i tirocini già da domani, utilizzando i normali canali universitari e tutti gli uffici territoriali di Cna in Toscana, dove, in particolare, sarà disponibile un pacchetto semplificato per l’attivazione dei tirocini da parte delle imprese.


Speriamo di poter contribuire a diffondere queste opportunità anche nel resto d’italia.
Stay tuned!