Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Public Policy

Internet e libertà



Dopo una fila di oltre mezz'ora, sono tra i fortunati che hanno potuto assistere in diretta al convegno "Internet è Libertà - perché dobbiamo difendere la rete" organizzato a Montecitorio da Capitale Digitale intorno alla lectio magistralis del Prof. Lawrence Lessig. Un evento particolarmente interessante e positivo già dal suo inizio, con l'intervento del Presidente della Camera Fini a supporto della candidatura di Internet al Premio Nobel per la Pace, un'iniziativa che Google ha da sempre sostenuto. Secondo l'On. Fini l'accesso ad Internet "deve essere considerato un vero e proprio diritto fondamentale dell'uomo" e "la cultura digitale ha creato le fondamenta per una nuova civiltà": una civiltà che, lo dimostra il Prof. Lessig, non riceve solo passivamente le informazioni come nel caso dei media tradizionali, ma può anche produrle autonomamente, scambiarle, utilizzarle, rielaborarle. L'ispirazione del singolo porta a diverse interpretazioni, l'informazione a diverse opinioni: è proprio questo che fa di Internet un tale strumento di libertà e democrazia.

Secondo il Prof. Lessig Internet non può ne deve essere assimilata ad un mezzo di comunicazione tradizionale, in particolare - e soprattutto - nella sua regolamentazione, che deve essere affrontata "con umiltà". Come nel mondo offline, anche su Internet vengono perpetrate attività illecite o criminali, che dobbiamo combattere con tutte le nostre forze. Compito delicato del Legislatore è quello di sapere incoraggiare gli aspetti positivi prevenendo e quelli negativi. Tuttavia "é saggio non imbarcarsi in una guerra senza speranza": Internet per legge di natura non può essere sconfitta.