Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Android

Le storie e i volti delle start-up di Android Factory 4.0



Due anni fa, insieme a LVenture Group, abbiamo dato il via a Android Factory 4.0, un programma per stimolare la creazione di nuove startup che, attraverso le potenzialità del sistema operativo Android, contribuissero alla diffusione di un Made in Italy innovativo.

Da quando è stata creata, ormai circa dieci anni fa, la piattaforma open source di Android ha permesso a persone in tutto il mondo di avere un accesso migliore a più informazioni e opportunità rispetto al passato. Chiunque può scaricare, installare, modificare e distribuire gratuitamente il codice sorgente e creare la propria app o utilizzare il sistema operativo per rendere più smart i propri prodotti. A distanza di 18 mesi dalla fase di pre-accelerazione di Android Factory ecco come alcune delle start-up coinvolte nel programma hanno sviluppato i loro progetti grazie ad Android:

La storia di Revotree, startup attiva nel campo della Smart Agriculture e fondata da un gruppo di giovani laureati del Politecnico di Milano che, grazie all’AI, permette la gestione automatizzata dell’irrigazione, inizia con una domanda posta da Cosimo Calciano – CEO e Co-founder – a suo padre, durante una passeggiata nel frutteto di famiglia in un’afosa giornata di marzo: “Papà, ma come fai a decidere quando irrigare?”. Dall’esperienza diretta dell’azienda di famiglia nasce Revotree, un sistema decisionale elettronico dotato di un’intelligenza artificiale che oggi sostiene gli imprenditori agricoli con l’obiettivo di migliorare i processi di irrigazione, grazie a un dispositivo economico e facile da installare. I benefici derivanti da Android sono legati alla trasversalità dell’utenza piattaforma: "da indagini di mercato, risultava che l’80% dei nostri potenziali clienti utilizzavano smartphone Android, racconta Cosimo Calciano, Ceo di Revotree. La libertà di programmazione e design fornitaci dal sistema operativo, inoltre, ha permesso di sviluppare una app intuitiva e insight-driven, con una interfaccia utente moderna".

In Time Link, è la startup tutta italiana che permette di acquistare semplicemente, con un’app, i prodotti delle vending machine: una scheda elettronica da installare nei distributori si interfaccia con l’app per smartphone, grazie a cui effettuare il pagamento, e un sistema di telemetria a disposizione degli operatori del vending, per il monitoraggio da remoto, permette di controllare le performance di vendita e delle macchine e tenere sotto controllo i problemi di gestione. “Grazie ad Android Things oggi possiamo effettuare aggiornamenti in remoto sia al sistema operativo e sia alla app, senza contare gli aggiornamenti per la sicurezza, curati direttamente da Google - racconta Alfredo Di Maria, CEO e Co-founder di In Time Link. In questo modo ci possiamo concentrare sullo sviluppo del prodotto. Altro vantaggio è che tutti i programmatori Android possono potenzialmente già lavorare su Things, facilitando la loro collaborazione in progetti che coinvolgono hardware.”

Powahome è la startup che, nel campo della domotica, consente il controllo da remoto di luci, prese e avvolgibili elettrici delle abitazioni, attraverso un dispositivo che, una volta inserito nelle cassette elettriche, trasforma in “smart” interruttori, pulsanti e avvolgibili elettrici di casa, permettendone il controllo da remoto da ogni parte del mondo, grazie ad un’app scaricabile sullo smartphone e personalizzabile. “Android Factory è stato un trampolino di lancio fondamentale – racconta Pasquale Longo, CEO di Powahome – perché ci ha insegnato una metodologia di lavoro e ci ha offerto stimoli costanti a migliorare. La possibilità di entrare in contatto con altri startupper, di condividere le prime esperienze e le prime problematiche è stata sicuramente un valore aggiunto. Il programma inoltre ci ha permesso di approfondire le potenzialità di Android e ci ha convinto ad utilizzarla come piattaforma per sviluppare la nostra app, per la facilità di utilizzo e per le opportunità che la sua grande diffusione ci offriva.”

Opportunità, sicurezza e possibilità di raggiungere un pubblico su scala globale.


Scoprite di più sulla piattaforma open source Android e sulle storie degli sviluppatori Android di ogni parte del mondo. #Androidworks