Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Public Policy

Rendere Internet più accessibile agli utenti di tutto il mondo



Da quando è stato lanciato il motore di ricerca di Google, ormai 10 anni fa, abbiamo costantemente fatto in modo che fosse accessibile dai principali domini nel mondo, da google.co.uk a google.com.mx. Solo quest’anno abbiamo lanciato 6 nuovi domini in Medio Oriente e Africa, portando così a 30 il numero totale di siti accessibili in Africa e 12 nei territori arabi, contando fra questi il Benin, il Libano e il Madagascar.

Il nome di dominio è lo strumento più utilizzato oggi per identificare una risorsa su Internet (come ad esempio un sito), il che spiega la sua importanza. Google ha da sempre cercato di offrire il proprio servizio utilizzando i nomi di dominio resi disponibili dall’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) ovvero l’organismo internazionale che assegna e mantiene la lista dei nomi di dominio in tutto il mondo. Questo perché i domini non sono solo un modo per offrire un indirizzo semplice da ricordare, al posto di una lunga serie di numeri, quale l’indirizzo IP, ma rappresentano un primo passo verso l’obiettivo più grande di fornire servizi "locali" agli utenti, in qualunque paese si trovino. Proprio l’accessibilità è uno dei grandi obiettivi che l’Internet Governance Forum si è posto per favorire la diffusione della Rete come elemento di crescita culturale, economica e politica.

Oggi aggiungiamo un nuovo nome di dominio alla lista di Google: google.ps. Questo permetterà agli utenti di lingua araba collocati nei territori della Palestina e che usano un Internet Service Provider palestinese, di accedere a Google in arabo e trovare contenuti localmente più rilevanti.


Con il lancio di google.ps, portiamo a più di 160 il numero dei nomi di dominio in cui Google è disponibile in tutto il mondo.