Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Privacy & Security

Usare i dati per proteggere gli utenti dal malware



Proteggere i nostri utenti e le loro informazioni è un impegno quotidiano; nel farlo, a volte, scopriamo pattern di dati insoliti e li investighiamo. Recentemente, durante le operazioni di manutenzione di routine di uno dei nostri data center, abbiamo notato del traffico di search anomalo. Grazie alla collaborazione con gli ingegneri responsabili della sicurezza di varie aziende che risultavano inviare questo traffico modificato, abbiamo capito che i computer che mostravano questo strano comportamento in realtà erano affetti da un particolare malware. Come risultato di questa scoperta, oggi alcuni utenti vedranno apparire nella parte superiore delle loro pagine dei risultati di ricerca questo avviso:

Il malware in oggetto fà sì che i computer infettati inviino traffico a Google attraverso un piccolo numero di server intermediari, chiamati 'proxies'. Speriamo che il fatto di avvisare gli utenti il cui traffico ci arriva attraverso questi proxy li aiuti a installare un antivirus, o aggiornare il proprio, in modo da eliminare il malware che li aveva infettati.

Speriamo di riuscire ad assistere quante più persone possibile; tuttavia, chiunque può effettuare una scansione del proprio computer seguendo le istruzioni riportate in questo articolo del nostro Help Center.