Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Gmail

Gmail lascia beta e lancia la funzione "torna a beta"



Spesso ci viene chiesta la ragione per cui Google mantenga i suoi prodotti in versione beta per tanto tempo. Gmail, cinque anni dopo il lancio, è ancora oggetto di discussione per questo motivo, spesso in termini scherzosi.

Alcuni pensano che, una volta aperte le registrazioni, Gmail sarebbe dovuto uscire dalla versione beta. Altri sostengono che, una volta integrate le funzioni di chat, sviluppate nuove tecnologie anti-spam, localizzata in 53 lingue, sviluppata un’applicazione mobile, aggiunte le chat di gruppo, lanciata un’interfaccia per iPhone, lanciato Gmail Labs con 48 nuove applicazioni, la video chat e via dicendo, Gmail avrebbe dovuto uscire dal beta test.

C'è chi sostiene che, negli ultimi cinque anni, una cultura della versione beta si sia sviluppata intorno alle applicazioni web, rendendo così discutibile il significato stesso di "beta". Ci stiamo muovendo verso un modello di rapidi cicli di sviluppo in cui i prodotti come Gmail, in contrapposizione ai vecchi software, continueranno a cambiare all'infinito.
Il risultato è che oggi, la versione beta appartiene al passato. Non solo per Gmail, ma anche per tutte le Google Apps - Gmail, Calendar, Google Document, e GTalk.

Ora ci rendiamo conto che dopo cinque anni di Gmail con la constante presenza della dicitura "beta" alcuni di voi potrebbero non sentirsi più a loro agio senza quella costante presenza.


Non c'è da disperare! Per ovviare al problema abbiamo ideato una soluzione. Basta andare in Impostazioni, fare clic su Labs, scegliere "Torna a Beta", e sarà come se Gmail non avesse mai lasciato questa versione.