Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Maps

3 semplici modi per usare al meglio la nuova scheda Salvati su Google Maps



La scheda Salvati in Google Maps permette di salvare e gestire tutti i luoghi che vi interessano, dai ristoranti da non perdere vicino a casa ai luoghi più remoti nella lista dei desideri. Ed è anche una funzionalità molto popolare. In tutto il mondo, infatti, le persone hanno salvato più di 7 miliardi di luoghi su Google Maps. Anche durante i periodi in cui non si viaggia tanto, vediamo che le persone continuano a utilizzare la scheda Salvati, pur modificando il tipo di luoghi salvati su Google Maps. 
Ma che tipo di luoghi state salvando? Per darvi un'idea, ecco una selezione dei luoghi più popolari di sempre, tre dei quali si trovano in Italia, a Roma: il Colosseo (#4), la Fontana di Trevi (#8) e il Pantheon (#9). 

Infografica dei posti più salvati su Maps.

A cui si aggiungono le categorie in ascesa, ovvero il tipo di luoghi salvati su Google Maps che hanno visto il maggior incremento nell'ultimo anno (luglio 2020 vs luglio 2019)

Infografica dei posti in crescita tra le ricerche di Maps.

Oggi cominciamo a rilasciare alcuni aggiornamenti alla scheda Salvati su Google Maps che renderanno ancora più facile trovare e ricordare ancora i luoghi che più interessano. Ecco tre suggerimenti che vi aiuteranno a usare al meglio la nuova scheda Salvati: 


1. Ricordate i luoghi salvati più di recente.

Dopo giorni o settimane che avete salvato un luogo consigliato da un amico o un collega, può essere difficile ricordare quale fosse il nome del luogo o persino dell’elenco in cui l’avete salvato. Adesso i luoghi da voi salvati di recente sono organizzati nella parte superiore della scheda Salvati in modo che possiate ritrovare rapidamente il luogo che state cercando.

Schermata di Google Maps

2. Capite quando siete vicino a un luogo salvato in precedenza. 

Quando salviamo molti luoghi di un’area specifica in cui ci troviamo, può essere difficile raccapezzarci. Se avete abilitato il rilevamento della posizione, potete vedere tutti i luoghi salvati nelle vicinanze ordinati per distanza e disposti in un carosello per una navigazione più immediata e per rendere la vostra prossima decisione un gioco da ragazzi.

Schermata di Google Maps

3. Ricordate dove siete stati.

Se avete scelto di attivare la Cronologia delle posizioni, potete utilizzare lo storico degli spostamenti per ricordare i luoghi visitati e i percorsi seguiti. Potete vedere quanto avete percorso in bicicletta, camminato e corso negli ultimi giorni. Potete anche ritrovare facilmente quel caratteristico ristorante visitato durante una vacanza passata, o quella graziosa boutique in cui siete entrati poche settimane fa. Tutti questi approfondimenti sono ora organizzati temporalmente per città, regione o paese. 

Schermata di Google Maps.