Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Creators & Trends

La storia italiana raccontata al mondo in video



L’Italia ha alle spalle una ricca tradizione cinematografica. Il primo lungometraggio italiano è stato filmato solo alcuni mesi dopo che i fratelli Lumiere avevano inventato il loro cinematografo, con immagini che ritraevano, anche se per pochi istanti, Papa Leone XIII nell’atto di benedizione della videocamera.  Dai futuristi ai neorealisti, il cinema italiano è sempre stato all’avanguardia.  Oggi, nella sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali siamo felici di annunciare una partnership con Istituto Luce Cinecittà che intende preservare una parte fondamentale della nostra eredità storica. Oltre 30.000 clip video provenienti dall’archivio di Istituto Luce Cinecittà, sono infatti da ora disponibili all’interno del loro canale YouTube. Tra questi i video tratti dai cinegiornali proiettati nei cinema italiani e che percorrono 40 anni della nostra storia. Molti riprendono star del cinema come Sophia Loren e Gina Lollobrigida. Gli utenti di YouTube potranno ora ricercare e navigare all’interno di questo immenso archivio di video grazie ad apposite playlist tematiche.

Si tratta di un importante passo per la tutela a la diffusione nel mondo della cultura del nostro Paese. Sono molte le attività realizzate da Google nel corso degli ultimi anni a questo fine;  abbiamo reso visitabili online monumenti e luoghi di importanza storica, grazie a World Wonders, e stretto partnership con importanti musei italiani per Art Project. Quando le immagini del sito archeolgico di Pompei sono apparse online attraverso Street View, il numero di accessi al sito fisico è notevolmente cresciuto.

La partnership con Istituto Luce Cinecittà non solo consente di preservare e diffondere la cultura italiana ma grazie agli strumenti che impiega, conferisce anche nuovo valore commerciale al vasto archivio di video oggi resi disponibili. Istituto Luce Cinecittà impiega infatti la tecnologia di ContentID, un sistema tecnologico gratuito in grado di tutelare il copyright su YouTube. Oggi YouTube ha oltre 30.000 partner nel mondo e centinaia anche in Italia. I cinefili di tutto il mondo potranno godere di questo archivio senza pagare un centesimo. Istituto Luce Cinecittà ricaverà dei guadagni dalla pubblicità inserita all’interno dei propri video su YouTube.


Questo progetto è prova dell’apertura dell’Italia al Web. Sebbene recenti studi mostrino come l’economia digitale contribuisca per il 2% al PIL italiano, rispetto al 7% del Regno Unito, si prevede che il contributo della rete raddoppi nel corso dei prossimi due anni. Secondo NetComm, lo scorso anno l’e-commerce da solo è cresciuto del 20%, rispetto al 2010. In un paese che vive il problema della disoccupazione, spesso legato ai più giovani, la rete porta lavoro: stando alle stime espresse da un docente della London School of Economics in un recente studio, per ogni 10% di incremento nell’utilizzo di Internet, l’impiego giovanile cresce dell’1.5%.


Il nostro progetto con Istituto Luce Cinecittà è uno dei primi che consente di riportare in vita un archivio video così vasto, ora accessibile in tutto il mondo. Invece di temere la rete, uno dei grandi portavoce della cultura italiana ha deciso di approfittare di questa opportunità per preservare l’eredità storica costituita dal proprio archivio e generare ricavi. Non vediamo l’ora di poter collaborare con l’industria cinematografica italiana per raggiungere entrambi questi lodevoli obiettivi.