Torna al menu principale
Blog di Google Italy
Android

Il nuovo Topics API per Privacy Sandbox



Nel 2019 abbiamo avviato l'iniziativa Privacy Sandbox per migliorare la privacy web degli utenti. Consapevoli che la pubblicità digitale è fondamentale per molte aziende, in quanto permette di mantenere gratuito l'accesso ai propri contenuti online, ci siamo impegnati per offrire a chi crea contenuti, ai publisher – cioè chi ospita annunci sul proprio sito web – e agli sviluppatori gli strumenti di cui hanno bisogno per supportare economicamente la propria attività, garantendo allo stesso tempo la sicurezza e la buona salute del Web, per tutti.

Oggi annunciamo Topics, una nuova proposta di Privacy Sandbox per la pubblicità basata sugli interessi. Topics è il risultato di ciò che abbiamo imparato dall’ascolto e dai suggerimenti dell’ampia comunità di esperti impegnati sul tema a seguito della fase di test di FLoC, di cui Topics prenderà il posto.

Con Topics, il browser individua alcuni argomenti (in inglese: topics), come "Fitness" o "Viaggi", che rappresentano gli interessi principali emersi durante la navigazione dell’ultima settimana, basandosi sulla cronologia. Gli argomenti vengono conservati solo per tre settimane, dopodiché vengono rimossi automaticamente. Questo processo avviene interamente sul dispositivo utilizzato e senza coinvolgere server esterni, compresi quelli di Google.

Quando una persona visita un sito che utilizza Topics, Topics condividerà con il sito e i suoi partner pubblicitari solo tre argomenti, uno per ognuna delle tre settimane precedenti. Attraverso questo sistema, i browser offriranno alle persone una trasparenza e un controllo significativi sui dati condivisi: per Chrome in particolare, stiamo creando dei controlli che consentano agli utenti di visualizzare gli argomenti individuati da Topics e rimuovere quelli che non interessano, oppure disabilitare completamente la funzione.

L’insieme degli argomenti è stato curato con attenzione per non includere categorie potenzialmente sensibili, come identità di genere o connotazioni etniche. Poiché gli argomenti di Topics sono ricavati dalla cronologia del browser, la trasparenza e il controllo sul modo in cui vengono condivisi i dati saranno migliori e più intuitivi rispetto ai sistemi di tracciamento come i cookie di terze parti. E grazie a questa lista di argomenti basati sugli interessi, le aziende che fanno pubblicità online avranno un’alternativa utile che non prevede tecniche di tracciamento opache – come il fingerprinting del browser – per continuare a pubblicare annunci pertinenti.

Esempi di controlli per i cookie di terze parti (a sinistra) e Topics (a destra). In Chrome, intendiamo semplificare la comprensione e la gestione degli argomenti per gli utenti.

Esempi di controlli per i cookie di terze parti (a sinistra) e Topics (a destra). In Chrome, intendiamo semplificare la comprensione e la gestione degli argomenti per gli utenti.


Per saperne di più sui dettagli di Topics, incluse altre caratteristiche di progettazione che contribuiscono alla tutela della privacy, sono disponibili le specifiche tecniche complete. Presto lanceremo una versione di prova per gli sviluppatori su Chrome, che include i controlli per gli utenti e consente ai siti Web e al settore pubblicitario di provare Topics. La forma finale dei controlli per gli utenti e altri aspetti tecnici sul funzionamento degli argomenti verranno decisi in base ai commenti che riceveremo e a ciò che impareremo durante questa fase di test.

Privacy Sandbox è una delle iniziative più ambiziose e importanti che abbiamo mai intrapreso, e siamo profondamente grati per l'impegno, i suggerimenti e la collaborazione di tutti coloro che hanno partecipato.


Scritto da: Vinay Goel, Product Director, Privacy Sandbox, Chrome