Torna al menu principale
Blog di Google Italy
YouTube per brand e partner

TV connessa: da Google una nuova funzionalità di Display & Video 360 per gestire la frequenza degli annunci tra YouTube e le app TV

Uno schermo con le icone di YouTube e Google

Lo streaming ha fatto progressi significativi negli ultimi anni, portandoci ad interagire in modo completamente nuovo con lo schermo televisivo e i suoi contenuti. Le persone non hanno mai avuto così tante opzioni di contenuto, che sempre più vengono fruite tramite TV connessa (CTV). E per gli inserzionisti cresce l'opportunità di rendere le proprie campagne parte dell'esperienza di fruizione sui diversi canali e schermi. 


È però altrettanto vero che, per quanto la creatività sia coinvolgente, accattivante e mirata, vedere la stessa pubblicità troppe volte può essere frustrante per lo spettatore. non solo riducendo il favore per un prodotto, ma sprecando anche parte del denaro investito. La sfida per gli inserzionisti risiede nel salvaguardare l'esperienza dello spettatore per ottenere il massimo dalla propria campagna pubblicitaria, senza preoccuparsi che la creatività venga vanificata da passaggi ripetitivi per lo spettatore.


In Google, vogliamo aiutare gli inserzionisti a migliorare l’esperienza pubblicitaria anche su TV connessa. Come parte di questo impegno oggi presentiamo nuove soluzioni per la gestione della frequenza pubblicitaria su CTV all’interno di Display & Video 360, per consentire ai professionisti del marketing di gestire gli annunci che verranno riprodotti su YouTube e sulle altre app su TV connessa. Per chi utilizza una TV connessa, questo significa un'esperienza più fluida e priva del rischio di subire un calo di attenzione dovuto alla sovraesposizione pubblicitaria. 


I primi risultati mostrano come questa nuova funzionalità migliori significativamente le performance per gli inserzionisti. In media, infatti, attraverso la gestione della frequenza degli annunci su YouTube e altre app per la TV connessa, i brand riportano un aumento della copertura del 5% per dollaro di investimento. Perciò, se ad esempio una campagna prevede di raggiungere cinque milioni di spettatori su CTV, sarà ora possibile raggiungere nuovi contatti con lo stesso budget pubblicitario. 

Una migliore esperienza di visione e ritorno sull’investimento 

Con Display & Video 360 è già possibile gestire il numero di annunci che gli spettatori visualizzano su YouTube. D’ora in avanti si potrà impostare un obiettivo di frequenza per gli annunci pubblicati sulle diverse app per CTV. Questo significa la possibilità di gestire in un solo luogo la frequenza degli annunci CTV sia YouTube che le app per CTV. 


Ad esempio, impostando come obiettivo di frequenza cinque annunci a settimana per una campagna CTV, Display & Video 360 ora farà in modo di mostrare l’annuncio non più di cinque volte in totale, invece di mostrarne fino a cinque su YouTube e cinque su altre app CTV, In questo modo si mette al centro l'esperienza dello spettatore e si evita un calo dell’attenzione nei confronti del contenuto pubblicitario. 
Distribuendo in modo più uniforme i budget degli annunci su dispositivi CTV, sarà possibile ottenere una maggiore copertura a parità di investimento. Per quantificare i vantaggi derivanti da questa nuova funzione, sarà possibile eseguire un Unique Reach Report o utilizzare gli strumenti di valutazione della frequenza cross channel in Display & Video 360. 


La gestione della frequenza CTV multicanale di Display & Video 360 funziona per tutti i formati, dispositivi CTV e metodologie di acquisto, inclusi i contenuti dell'app di YouTube fruiti su dispositivi CTV. Ad esempio, è possibile impostare un unico obiettivo di frequenza per gli annunci in programmatic tra un’app di contenuti sportivi in streaming e lo sport su YouTube. 

Gestione multicanale con la privacy al primo posto 

Per determinare il numero di volte in cui viene mostrato un annuncio CTV, Display & Video 360 utilizza i dati di Google su YouTube e lo standard Identifier for Advertising di IAB Tech Lab per gli altri spazi pubblicitari CTV.